Perchè scegliere chi scatta in formato RAW anzichè jpg

Esempio di foto scattata in Raw e finita con software di editing Sopra, la sposa prima e dopo la correzione in post produzione della pelle.

Raw e Jpeg

RAW e JPEG sono due i più famosi formati per le immagini scattate da fotocamere digitali. Il formato RAW rappresenta i dati grezzi della foto, quelli raccolti dal sensore al momento dello scatto.
Il formato JPEG è un formato compresso ottenuto attraverso la manipolazione di alcuni parametri della foto (contrasto saturazione, nitidezza), che la macchina fotografica produce al momento dello scatto.

Formato migliore per fotografi di matrimonio

Ho appena detto che il formato raw memorizza TUTTI i dati che il sensore della fotocamera è in grado di impressionare al momento dello scatto. Tutto questo si traduce nella capacità di, manipolare tali informazioni una volta che l'immagine viene trasferita dalla fotocamera al computer. Quando un fotografo imposta la propria fotocamera per memorizzare le immagini nel formato Jpeg, la maggior parte delle informazioni memorizzate dal sensore in fase di scatto, viene scartata. Ciò avviene in quanto il software presente nella fotocamera analizza i dati ottenuti dal sensore e, determina quali di questi dati deve essere trattenuto per produrre la foto finale. Tutto il resto viene buttato definitivamente. Vi starete chiedendo: "tutto il resto..." come può essere quantificato ? Approssimativamente i 15/16 dei dati memorizzati sul sensore viene scatato!!! Anche se vi può sembrare un quantitativo esagerato, con la restante parte dei dati (1/16), la fotocamera riesce comunque, nella maggioranza dei casi a "sfornare" un immagine finale apprezzabile.


Vantaggi e svantaggi dei due formati

Riusabilià

Uno dei punti di forza del formato Raw è la possibilita di utilizzarlo infinite volte senza intaccare minimamente il file originale. Quando si edita un file Raw infatti, non vengono modificati i dati all'interno del file immagine bensì viene scritto un file di testo, con lo stesso nome del file Raw, detto "sidecar", in cui vengono memorizzate le istruzioni impartite al software relative alle modifiche effettuate sull'immagine. Ogni volta che si riapre l'immagine, il software legge le istruzioni presenti nel file sidecar e le applica all'immagine. Quanto esposto sopra consente al fotografo di effettuare modifiche alle foto anche dopo vent'anni da quando è stata scattata, ripartendo, se necessario dal file originale.
A differenza del file Raw, il file Jpeg quando lo si modifica, viene alterato definitivamente anche il file originale, a meno che non ne venga prima creata una copia. Se per esempio uno foto scattata in Jpeg viene dal fotografo post prodotta in biano e nero, le informazioni di colore vengono irrimediabilmente perse.

Applicare modifiche consistenti alle immagini

Le foto scattate in formato Raw contengono una mole di dati così elevata che, è possibile applicare modifiche, anche di grande impatto, come per esempio recuperare una foto sovra o sotto esposta, aumentare la saturazione, la nitidezza e mille altre cose che ci offrono gli attuali software di editing di immagini, senza minimamente digradare la qualità dell'immagine.
I fotografi che sono soliti fotografare in Jpeg, sicuramente contesteranno che, se una foto è scattata in maniera ottimale in fase di scatto, si ottiene un'ottima immagine anche scattando nel formato Jpeg, senza necessità di applicare modifiche via software. Questo è assolutamente vero. È altrettanto vero però che, nessun fotografo è infallibile e, capita a tutti di sbagliare qualche foto. Consideriamo pure che, la fotografia di matrimonio è piena di imprevisti e di situazione critiche, con continui cambiamenti repentini di luminosità della scena ritratta. Capita a tutti, me incluso, di tornare a casa da un matrimonio e rimanere deluso da alcuni scatti al limite della cestinatura. Scattare in formato Raw, offre la possibilià di recuperare immagini errate in bellissime foto finite.
Tutto ciò mi consente di dire che scattare in formato Raw offre una sorta di polizza di assicurazione per gli sposi e per il fotografo, per assicurare una perfetta riuscita del servizio fotografico.